Olio extra vergine di oliva taggiasca da centrifuga

Il carrello con i fiscoli contenenti la pasta viene posizionato sotto il torchio idraulico, la pressa, e molto lentamente, in circa 45 minuti, viene portato ad una pressione di 250 atmosfere. Il liquido ottenuto da questa operazione, costituito per l’80% da acqua di vegetazione e per il 20% da olio, viene immesso nella centrifuga che separerà, in base al diverso peso specifico, l’olio rimasto dall’acqua contenuto in esso. Il processo avviene senza l’uso di sostanze chimiche nel pieno rispetto della genuinità del prodotto. Quest’olio viene chiamato Olio Extra Vergine di Oliva Taggiasca da centrifuga.